Le Tagghiate di San Giorgio Ionico rappresentano un’antica testimonianza di sfruttamento delle risorse naturali presenti sul territorio: nel corso degli anni passati questo luogo ha svolto un ruolo importante per la società locale. Una cava di tufo, dal quale veniva estratto il materiale e modellato a seconda delle richieste dei costruttori di un tempo. Le Tagghiate sono state un ritrovo, un luogo d’incontro per la popolazione e per i lavoratori, ma con l’abbandono della cava la natura selvaggia e rigogliosa ha conquistato quest’area, conferendo una caratterizzazione ancora più naturale al luogo stesso.

LEGGI DI PIÙ

Attualmente lo stato del sito naturalistico è caratterizzato da un’estesa area con tagli nella roccia tufacea, che ricreano un’affascinante vista di gradoni e blocchi torreggianti. Grazie a un progetto di rivalutazione dell’area per opera di tre fondamentali associazioni del territorio pugliese, le Tagghiate possono guardare al futuro diventando un vero e proprio polo attrattivo per varie attività culturali e ricreative.

Mediante un importante intervento di messa in sicurezza dell’area e uno studio della sistemazione degli spazi, le tagghiate sono diventate il luogo perfetto per ospitare spettacoli teatrali e musicali, manifestazioni folkloristiche, mostre artistiche ed eventi ludici in un luogo unico al mondo per le sue caratteristiche e per la sua posizione strategica in una delle zone più belle d’Italia.

Il progetto di riqualificazione urbana IncontArti alle Tagghiate” illustra chiaramente l’intento di positivo di ospitare, avvolti da uno scenario naturale unico al mondo, l’incontro autentico delle arti che caratterizzano la nostra cultura e i nostri territori. Una location a completa disposizione dei cittadini e delle associazioni locali per organizzare occasioni d’incontro e per favorire l’aggregazione sociale, godendo anche di un valore aggiunto che favorisca maggiormente lo sviluppo sociale, culturale e anche economico di questa stupenda regione.